Il Castello

Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo perchè è là che siete stati ed è là che vorrete tornare". Così scrisse Leonardo da Vinci, genio indiscusso del XVI secolo che qui al Castello Visconteo di Cassano d'Adda trascorse una delle sue più intense stagioni creative, soggiornando nella Torre e compiendo una parte dei suoi studi sul volo degli uccelli.

Luogo di svaghi e di feste, il Castello fu voluto da Ottone Visconti, arcivescovo di Milano dal 1261 al 1295. Presidio militare, residenza provvisoria della Signoria, sede di rappresentanza, tribunale e anche prigione, fu dotata di un'imponente muraglia, che ancora oggi caratterizza in modo così evidente la fortezza.

Tra le mura del Castello vissero illustri personaggi e dame gentili, a cui oggi sono intitolate le preziose suite e le grandi Sale affrescate: da Francesco a Bianca Maria Sforza, da Gian Galeazzo Visconti a Ludovico il Moro. Personalità affascinanti di cui oggi resta il fascino e la pura bellezza di una dimora da favola!